Home DAL MONDO La via Stellantis verso l’idrogeno

La via Stellantis verso l’idrogeno

414

Stellantis N.V. con sede nei Paesi Bassi è una holding multinazionale nata dalla fusione tra i gruppi Fiat Chrysler Automobiles e PSA produttrice di autoveicoli,

Controlla quattordici marchi automobilistici: Abarth, Alfa Romeo, Chrysler, Citroën, Dodge, DS Automobiles, FIAT, Jeep, Lancia, Maserati, Opel, Peugeot, Ram Trucks e Vauxhall.

L’ex amministratore delegato di FCA, Sergio Marchionne, prima che la FIAT completasse l’acquisizione di Chrysler avvenuta nel 2009, aveva iniziato esplorazioni per una fusione con un gruppo automotive di analoga dimensione. La sua morte improvvisa nel 2018 ne ha impedito la realizzazione. Il suo successore, Mike Manley, riuscì a portare a compimento questa strategia. Forte di precedenti collaborazioni tra Chrysler e Peugeot, Manley realizzò l’unione tra i due gruppi, fra loro complementari per molti aspetti. FCA è particolarmente attiva nei mercati americani, mentre PSA ha una presenza più forte sui mercati orientali, tra cui quello cinese. Al 2018 vantavano rispettivamente 211.013 dipendenti PSA e 198.545 dipendenti FCA.

La fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e Groupe PSA ha inizio nell’ottobre 2019 e per il nuovo gruppo fu scelto il nome di Stellantis. Nel 2022 è risultato il 29º gruppo al mondo per fatturato.

Stellantis ha inaugurato di recente SymphonHy, il più grande sito europeo per la produzione integrata di celle a combustibile a idrogeno, a sostegno della diffusione di una mobilità sostenibile. SymphonHy è la risultante dell’iniziativa Symbio, una joint venture paritaria tra Stellantis, Forvia e Michelin. Con la sua capacità di innovazione e industrializzazione e una produzione annua di 50.000 moduli di celle a combustibile, SymphonHy è un centro di eccellenza tecnologica e industriale che aprirà la strada alla produzione su larga scala di celle a combustibile a idrogeno. Stellantis, avvalendosi delle celle a combustibile, estenderà la sua offerta di idrogeno sia ai furgoni di medie dimensioni per l’Europa, sia a quelli di grandi dimensioni, pickup Ram e mezzi pesanti per il mercato nordamericano. SymphonHy fa parte di HyMotive, un importante progetto strategico da 1 miliardo di euro per lo sviluppo di  tecnologie innovative idrogeno applicate all’automotive. E’ sostenuto dall’Unione Europea e dal governo francese e creerà 1.000 posti di lavoro. Situato a Saint-Fons, nella regione di Auvergne-Rhône-Alpes, SymphonHy è il più grande sito di produzione di celle a combustibile in Europa. Il sito comprende la sede principale del Gruppo, un impianto di produzione, un polo di innovazione di dimensioni senza precedenti e la Symbio Hydrogen Academy.  Grazie alla sua innovazione tecnologica, SymphonHy dispone di un elevato livello di automazione e robotica che supporta la produzione industriale delle celle a combustibile a idrogeno su larga scala ad un costo più competitivo. Questi sviluppi sono fondamentali per accelerare l’introduzione di mezzi di trasporto concorrenziali e ad alte prestazioni alimentati a idrogeno che contribuiscono alla transizione energetica e alle ambizioni europee di procedere verso l’azzeramento delle emissioni.

default

SymphonHy in numeri: Una capacità produttiva attuale di 16.000 unità, che raggiungerà le 50.000 unità entro il 2026. Una superficie attuale di 26.000 m2, 40.000 m2 entro il 2026 di cui 7.000 m2 di superficie dedicati all’innovazione, 8.000 m2 di camere bianche (per una produzione asettica). Oltre 450 ingegneri, di cui 100 dedicati all’innovazione e circa 20 dottorati che trattano un’ampia gamma di discipline (ingegneria elettrochimica, chimica, scienza dei materiali, ecc.), riuniti in un unico centro di innovazione. Un sito anche autosufficiente dal punto di vista energetico. SymphonHy consentirà a Symbio di supportare i propri clienti nel rendere la mobilità a idrogeno a zero emissioni una realtà accessibile, senza compromettere le prestazioni. Il Gruppo è in grado di offrire un’ampia gamma di soluzioni che soddisfano tutti i requisiti di potenza, durata e autonomia per una mobilità efficiente e a emissioni zero, dai veicoli commerciali leggeri e medi su strada, autocarri, pick-up, autobus e pullman, alle attrezzature di sollevamento e movimentazione meccanica fuori strada.

Stellantis, co-azionista di Symbio, è anche stata la prima azienda a commercializzare una soluzione a idrogeno a zero emissioni per i veicoli commerciali leggeri per i modelli Peugeot e-Expert, Citroën e-Jumpy e Opel Vivaro-e. L’azienda sta ampliando la sua gamma per includere grandi furgoni con un’architettura a media potenza, un’autonomia fino a 500 km e un tempo di ricarica inferiore a 5 minuti. Stellantis ha confermato oggi l’intenzione di sviluppare una tecnologia a idrogeno per i suoi pick-up del brand Ram, in linea con l’obiettivo di elettrificare la sua gamma di veicoli. Tutti questi veicoli saranno dotati di celle a combustibile prodotte da Symbio.

Afferma Philippe ROSIER, CEO di SYMBIO: “SymphonHy è la dimostrazione della leadership industriale e tecnologica dell’Europa. Siamo pronti a rendere la mobilità elettrica a idrogeno una realtà sostenibile, performante e conveniente. Realizzato in meno di due anni, SymphonHy testimonia la capacità di Symbio di rispettare i propri impegni industriali, contribuendo all’accelerazione della diffusione della mobilità a idrogeno a zero emissioni. Il primo sistema a celle a combustibile assemblato al 100% presso SymphonHy è stato prodotto nell’ottobre 2023, appena un mese dopo l’entrata in funzione della gigafactory”.

Aggiunge Patrick KOLLER, CEO di FORVIA: “A poche settimane dall’inaugurazione di due importanti siti FORVIA in Francia destinati ad accelerare la decarbonizzazione della mobilità, sono lieto di partecipare a questo nuovo traguardo per Symbio, che adesso ha i requisiti per affrontare le sfide del mercato globale. FORVIA crede nella tecnologia dell’idrogeno come soluzione alternativa e complementare all’elettrificazione a batteria. Con Symbio, assicuriamo il 75% della catena del valore della mobilità a idrogeno, dalle celle a combustibile ai sistemi di stoccaggio. Nel 2022, FORVIA ha fornito 10.000 serbatoi di idrogeno in tutto il mondo, un record e un’importante pietra miliare nella nostra ricerca di diventare il numero 1.”

Florent MENEGAUX, CEO di MICHELIN: “Michelin ha creduto fin da subito nell’idrogeno e in Symbio, che abbiamo acquisito prima di trasformarla nel 2019 in una joint venture con Forvia. L’ingresso di Stellantis nel capitale avvenuto quest’anno, conferma che l’idrogeno risponde a una costante attenzione a sostegno del futuro della mobilità. Questa tecnologia si sta rivelando una componente essenziale per soddisfare l’esigenza di una maggiore autonomia, in particolare per i veicoli commerciali, che stanno iniziando ad essere equipaggiati. Infatti, non è un caso che il Gruppo abbia recentemente annunciato una gamma di veicoli a idrogeno con la sua partecipata Watèa by Michelin, un operatore di mobilità specializzato nella transizione energetica delle flotte aziendali.”

Infine Carlos TAVARES, CEO di STELLANTIS: “Symbio è la prova che tre aziende leader nei rispettivi settori possono unire le forze e le competenze per essere all’avanguardia. L’inaugurazione di SymphonHy oggi rappresenta un passo importante, poiché l’idrogeno fa parte del mix di tecnologie che stiamo proponendo ai clienti dei veicoli commerciali. Questa tecnologia è un elemento costitutivo dell’ecosistema di elettrificazione che stiamo sviluppando per sostenere il nostro ambizioso obiettivo di raggiungere il 100% di vendite elettriche in Europa e il 50% negli Stati Uniti entro il 2030. Poiché lo scopo di Stellantis è quello di -guidare il modo in cui il mondo si muove-, l’idrogeno contribuirà a raggiungere il nostro ambizioso obiettivo di zero emissioni di anidride carbonica entro il 2038, anticipando la concorrenza nel nostro impegno contro il cambiamento climatico.”

Symbio inoltre ha costituito Innoplate, una joint-venture al 50% con il gruppo tedesco Schaeffler, per la produzione di piastre bipolari (BPP), un sotto-componente strategico delle celle a combustibile. Innoplate, che ha sede in Alsazia, Francia, sarà operativa nel primo trimestre del prossimo anno e impiegherà oltre 120 dipendenti entro il 2030. Innoplate contribuirà ad accelerare la produzione di piastre bibolari di nuova generazione per il mercato delle celle a combustibile PEM (membrana a scambio protonico), migliorando le prestazioni e la competitività e riducendo i costi. Dal 2021 Symbio è presente anche negli Stati Uniti, dove già beneficia di un impianto pilota in California per espandersi e costruire una nuova gigafactory di celle a combustibile negli Stati Uniti, per sostenere la promettente dinamica della mobilità a idrogeno in Nord America.

Caratteristiche del nuovo PEUGEOT e-EXPERT Hydrogen: Capacità di coprire tutti i percorsi senza emissioni di CO2 e fare il pieno di idrogeno in 3 minuti offrendo un’autonomia di oltre 400 km nel ciclo di omologazione WLTP. 2 lunghezze disponibili (Standard e Long), fino a 6,1m³ di volume di carico e fino a 1100 kg di carico utile. Con la sua capacità di accedere in modo silenzioso ai centri urbani, senza emissioni di CO2 e senza scendere a compromessi in termini di prestazioni, Nuovo PEUGEOT e-EXPERT Hydrogen rappresenta un’offerta di mobilità supplementare, in grado di soddisfare le esigenze dei clienti professionisti e le comunità urbane, desiderose di preservare la qualità della vita dei loro abitanti. PEUGEOT e-EXPERT Hydrogen è progettato intorno a una soluzione “mid-power plug-in hydrogen fuel cell electric “, che associa i vantaggi dell’idrogeno, della tecnologia delle batterie e della trazione elettrica.

L’idrogeno contenuto nel serbatoio alimenta la pila a combustibile, che produce l’elettricità necessaria alla propulsione del veicolo sulle lunghe distanze, mentre la batteria ad alta tensione fornisce, tra le altre cose, la potenza necessaria per garantire adeguate prestazioni dinamiche al veicolo. L’intero sistema è integrato nel veicolo in modo da non scendere a compromessi in termini di volume o carico utile. Nuovo Peugeot e-EXPERT Hydrogen sarà inizialmente offerto ai clienti professionisti (con vendita diretta) in Francia e Germania. Sarà prodotto in Francia, a Valenciennes, e completato nel centro specializzato Stellantis a Rüsselsheim (Germania) dedicato alla tecnologia dell’idrogeno.

Il mercato del segmento dei furgoni compatti rappresenta più di 750.000 veicoli all’anno in Europa e PEUGEOT Expert ha aumentato la sua quota di mercato ogni anno dall’avvio della sua commercializzazione avvenuta nel 2016.

In Europa in particolare, gli investimenti della European Clean Hydrogen Alliance promuovono le soluzioni a idrogeno con circa 60 miliardi di euro. Grazie a questi piani governativi, il numero di stazioni di idrogeno in Europa è in costante aumento. L’idrogeno sta diventando un pilastro importante della transizione energetica, con l’annuncio di altri numerosi progetti internazionali.

Mondo idrogeno Riproduzione riservata

Fonte: Stellantis Press