Home IDROGENO NEWS In Friuli un Hydrogen Innovation Center di SNAM

In Friuli un Hydrogen Innovation Center di SNAM

224

Cosma Panzacchi, Executive Vice President Hydrogen Business Unit, della Snam S.p.A. ha presentato a Trieste l’Hydrogen Innovation Center di Snam, una delle principali società di infrastrutture energetiche al mondo. E’ il primo polo di eccellenza nazionale per le tecnologie dell’idrogeno e si pone l’obiettivo di aggregare partner industriali e centri di ricerca universitari per accelerare lo sviluppo del settore e contribuire al raggiungimento degli obiettivi climatici nazionali ed europei nell’ottica del piano nazionale Idrogeno e Transizione Energetica previsto dal PNRR con i fondi UE. Il progetto punta alla promozione di politiche a sostegno dello sviluppo dell’idrogeno, allo scouting di tecnologie H2 e al design di business models innovativi e di progetti pilota. L’evento ha visto la partecipazione del Ministro dello sviluppo economico Giorgetti. “Per chi come noi ha scritto in questi giorni il PNRR, visitare un Centro come questo significa vedere il PNRR già nato”  ha affermato il Ministro Giorgetti a commento dei progetti presentati durante la visita in Area Science Park di Trieste che ospita il progetto “Questa è una realtà che funziona, attiva sul fronte del trasferimento tecnologico alle imprese e rappresenta un punto di riferimento e un esempio da emulare. Come MISE e MIUR stiamo lavorando alla strategia di governance per la messa in atto del PNRR e dobbiamo evitare la dispersione delle risorse. Occorre massimizzare questa occasione storica, evitando la polverizzazione e le pressioni localistiche. Qui in Friuli Venezia Giulia ho incontrato una realtà a cui ispirarsi per tradurre in fatti quelli che oggi sono dei desideri”.

Durante la visita del Ministro Giorgetti, Cosma Panzacchi ha inoltre annunciato che Snam è pronta ad avviare in Friuli Venezia Giulia la sede del suo centro nazionale per l’innovazione sull’idrogeno: l’hub che nascerà in Regione collaborerà con atenei, istituti di ricerca e startup del territorio.

“Siamo onorati di aver avuto l’opportunità di raccontare il sistema Area Science Park al Ministro Giorgetti – ha poi affermato il Presidente di Area Science Park, Caterina Petrillo. “ Le sue parole di apprezzamento nei nostri confronti ci rendono particolarmente orgogliosi. Essere stati citati come una realtà da emulare, un modello di riferimento anche per le possibili applicazioni del PNRR è per noi la dimostrazione concreta del lavoro che da anni svolgiamo quotidianamente, lavorando per creare opportunità di sviluppo condiviso tra il mondo della ricerca e dell’impresa”. Il progetto è finalizzato a promuovere la transizione energetica sul territorio regionale, facendo leva su soluzioni innovative come l’idrogeno e il biometano, favorendo la mobilità sostenibile, anche in ottica portuale e aeroportuale, e la riqualificazione energetica degli edifici. In base all’accordo, la Regione e Snam collaboreranno in primo luogo per supportare la crescita della filiera dell’idrogeno, avviando attività di ricerca e innovazione anche tramite lo sviluppo di un polo di competenze nella regione. La collaborazione potrà inoltre focalizzarsi sullo studio di progetti aventi come oggetto la decarbonizzazione di porti e aeroporti, la realizzazione di impianti di produzione di biometano, la promozione della mobilità sostenibile a CNG (gas naturale compresso), LNG (gas naturale liquefatto) e biometano per i trasporti urbani e interurbani oltre all’efficientamento energetico e la riqualificazione profonda di immobili pubblici quali scuole, ospedali, RSA, uffici pubblici e abitazioni private.

Il Presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha dichiarato: “Quella sottoscritta oggi dall’Amministrazione regionale è un’intesa che proietta il Friuli Venezia Giulia in una dimensione fortemente innovativa in termini di sostenibilità ambientale e di sviluppo sostenibile. Si tratta di iniziative mirate riconducibili a un unico obiettivo, quello di investire nella transizione energetica”.

L’Amministratore Delegato di Snam, Marco Alverà, ha commentato: “Con questo accordo mettiamo a disposizione del Friuli Venezia Giulia le nostre competenze nella realizzazione di iniziative per la transizione energetica, favorendo l’utilizzo di nuove rinnovabili come l’idrogeno e il biometano, supportando la mobilità sostenibile e contribuendo alla riqualificazione delle città attraverso l’efficientamento energetico. Questi settori saranno cruciali per centrare gli obiettivi di decarbonizzazione nazionali ed europei, dando impulso all’economia circolare e creando al contempo occasioni di sviluppo economico e occupazione. In questo percorso è essenziale la collaborazione tra aziende, istituzioni e territori”.

Fonte: Uffici stampa Friuli Venezia Giulia – Snam

Mondo idrogeno Riproduzione riservata