Home DAL MONDO Il trattore a idrogeno cinese con controllo a distanza

Il trattore a idrogeno cinese con controllo a distanza

802

ET504-H, Il trattore cinese ad idrogeno a controllo remoto autonomo grazie alla connessione 5G

Il primo trattore elettrico con celle a combustibile a idrogeno cinese è stato lanciato dall’Istituto Nazionale per l’Innovazione e la Creazione di Macchinari Agricoli a Luoyang, nella provincia centrale dello Henan per promuovere lo sviluppo di un’agricoltura intelligente. ET504-H utilizza la tecnologia di comunicazione mobile 5G, ha una modalità di guida autonoma e può essere controllato a distanza. È stato sviluppato in collaborazione con l’Istituto di Ricerca per le Attrezzature Avanzate di Tianjin, base di ricerca e sviluppo per l’industria manifatturiera avanzata di Luoyang dell’Università Tsinghua.

Il trattore ha una propulsione a idrogeno basata sulle fuel cells che producono energia elettrica per il motore elettrico centrale sincrono e per alcuni motori elettrici indipendenti che gestiscono il sollevamento e lo sterzo. La cella a combustibile a idrogeno opera quando il veicolo ha un carico ridotto, mentre una batteria al litio fornisce un’energia elettrica aggiuntiva nei sovraccarichi di lavoro. Con la tecnologia 5G, ET504-H è anche in grado di monitorare in tempo reale lo stato di funzionamento del veicolo e l’ambiente di lavoro circostante, contribuendo così a migliorare in maniera efficace l’affidabilità dell’attività agricola. Un trattore che, grazie alla trazione elettrica, oltre a contribuire al contenimento delle emissioni inquinanti in loco, sfrutta la tecnologia 5G per gestire, con il comando da remoto e la raccolta dei dati provenienti dalla strumentazione di bordo, il quadro completo dello svolgimento delle attività agricole.

Secondo Zhao Chunjiang, membro dell’Accademia Cinese di Ingegneria e direttore dell’Istituto Nazionale per l’Innovazione e la Creazione di Macchinari Agricoli, è di grande importanza che una nuova generazione di macchinari agricoli verdi e intelligenti contribuisca a promuovere lo sviluppo di un’agricoltura intelligente. Un aggiornamento tecnologico avanzato dei mezzi agricoli sicuramente offrirà una netta diminuzione delle sostanze inquinanti disperse durante la coltivazione e renderà efficienti molte attività agricole per le quali la mano d’opera oggi viene sempre a meno.

Fonte: ANSA-XINHUA